alla - Unione News - unione no profit società e salute news | unionenoprofit

Unione Associazione No Profit News

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

FORM-AZIONE CHE PASSIONE! SENTIERI OPERATIVI PER LA CRESCITA DEI PROFESSIONISTI DEL DOMANI.

Pubblicato da in Eventi ·
Tags: corsipercorsiformativiarispalermosociosanitarioformazionecreditiecmassistenteallacomunicazioneDSABES
L’Associazione Retinopatici ed Ipovedenti Siciliani da anni si impegna nella programmazione e realizzazione di percorsi formativi rivolti a professionisti del settore socio-sanitario a livello territoriale e sovraterritoriale al fine di iscrivere un’ampia azione di crescita culturale e professionale i cui destinatari indiretti sono i cittadini.
La predisposizione dinamica e organizzata di iniziative formative risulta banco di prova per la valutazione del funzionamento dei servizi di welfare alla persona i quali, da mandato istituzionale, sociale e professionale, sono chiamati ad erogare prestazioni differenziate di qualità in termini di tempestività, efficacia ed efficienza: tali sottodimensioni della qualità non possono prescindere dal preparare, informare, formare ed arricchire il bagaglio di saperi e competenze degli operatori che scendono in campo a servizio dell’aiuto.
L’intercettazione dei bisogni della più ampia platea degli stakeholders e la progettazione di percorsi formativi per professionisti socio-sanitari funge da binomio necessario alla garanzia dei diritti di partecipazione attiva e   salute; quest’ultima intesa come ben-essere bio-psico-sociale della popolazione co-costruito in un territorio di esperti professionisti competenti attivatori di processi di supporto e accompagnamento.
In tal senso, tra le più preziose iniziative formative di recente promosse si collocano i due corsi di formazione organizzati dall’équipe multidisciplinare dell’A.R.I.S. inerenti l’inclusione scolastica degli alunni con disturbi specifici dell’apprendimento, bisogni educativi speciali e disabilità sensoriali.
Nello specifico, il corso di specializzazione in “Tecnico dell’apprendimento DSA BES” e  il “Corso di perfezionamento per assistente alla comunicazione e all’autonomia degli alunni con disabilità sensoriale”, che sono stati realizzati proprio in questi mesi, hanno rappresentato motivo di crescita dell’agire intra-inter professionale a livello comunitario, utili alla pianificazione di strategie di promozione della salute e di strumenti di prevenzione in assetto scolastico e familiare: i professionisti formati, a tal scopo, acquisiscono, quindi, l’opportunità di divenire competenti costruendo sentieri operativi di crescita a favore della presa incarico globale dei bisogni multifattoriali degli studenti realizzando buone prassi di prevenzione primaria, secondaria e terziaria.
Il corso di specializzazione in tecnico dell’apprendimento DSA BES ha approfondito i Disturbi Specifici dell’Apprendimento e i Bisogni Educativi Speciali a partire dall’identificazione clinico-diagnostica dei DSA e delle disabilità più differenziate al fine di comprendere gli strumenti funzionali ad una diagnosi clinica nonché tecniche e strategie di potenziamento e facilitazione dell’apprendimento mirate e individualizzate (strumenti compensativi e misure dispensative, L. 170/2010).
Gli alunni con BES e DSA sono sempre più presenti in ogni classe delle nostre scuole. Identificati spesso con un “problema” educativo di grande rilevanza sociale, i DSA e i BES rappresentano una sfida significativa per scuole e servizi alla persona, i quali, ad oggi, appaiono scarsamente coordinati e attrezzati nel garantire percorsi mirati e qualitativamente validi ai destinatari. Ciò che ne deriva è l’ampliamento delle condizioni di disagio associate a difficoltà inerenti specifici domini di abilità (di scrittura, lettura, calcolo, comunicazione e relazione) nonché a criticità connesse all’adattamento psico-sociale di bambini e ragazzi diversamente abili e/o con fragilità socio-familiari, culturali ed economiche.
L’obiettivo generale delle giornate formative, che hanno visto alternarsi momenti di lezione d’aula a formazione esperenziale sul campo, è stato quello di formare figure professionali qualificate in grado di saper diagnosticare i DSA nonchè interpretare una batteria di test per la diagnosi; sviluppare le conoscenze in merito alla  normativa di riferimento; redigere un Piano Didattico Personalizzato (PDP); condurre nella scuola gruppi di lavoro per l’handicap (GLH); coordinare il lavoro degli insegnanti calibrandolo sulle difficoltà specifiche dell’allievo; elaborare un progetto educativo per il tutoraggio pomeridiano; stimolare aspetti motivazionali del bambino/ragazzo; saper utilizzare concretamente gli strumenti facilitanti e le tecniche di riabilitazione e trattamento dei DSA E BES connessi altresì all’universo della disabilità visiva.
Allo stesso modo il “Corso di perfezionamento per assistente alla comunicazione e all’autonomia degli alunni con disabilità sensoriale” è stato invece pensato proprio per raffinare le competenze professionali nell’ambito della disabilità sensoriale.
Obiettivi del corso, tra lezioni frontali in aula e stage presso il Centro di Ipovisione e Riabilitazione, sono stati: il perfezionamento delle   strategie educativo-didattiche al fine di garantire adeguati comunicazione e passaggio di informazioni tra l’alunno sordo e/o ipovedente e le altre figure del contesto scolastico; il miglioramento delle competenze nella Lingua dei Segni, con specifico riferimento al contesto in cui viene utilizzata; l’implementazione delle competenze psico-pedagogiche e relazionali fondamentali nel lavoro con l’alunno e in generale nel più ampio contesto scolastico.
Ricordiamo che l’assistente alla comunicazione è figura professionale prevista dalla legge 104 del 05/02/1992 riconosciuta quale operatore socio-educativo con funzione di mediatore e facilitatore della comunicazione, dell’apprendimento, dell’integrazione e della relazione tra lo studente con disabilità sensoriale la famiglia, la scuola, la classe ed i servizi territoriali specialistici. In alcuni casi è anche previsto che sia in possesso di specifiche competenze, quali la conoscenza della L.I.S. (Lingua Italiana dei Segni) o del Braille (codice per ciechi).
L’Assistente è pertanto una delle figure professionali che, integrandosi con quelle della scuola, contribuisce a costruire ed a realizzare gli obiettivi del P.E.I.
 Il corso di perfezionamento realizzato dall’ARIS ha pertanto puntato a rafforzare conoscenze necessarie allo svolgimento delle attività richieste previste per tale figura professionale: orientamento spaziale e conquista dell’autonomia di spostamento all’interno degli spazi scolastici; conoscenza di sé e dell’altro, nell’ottica del miglioramento della sua autostima; facilitazione della relazione nel contesto di apprendimento (con i docenti e con il gruppo dei pari); acquisizione di un metodo di studio efficace e quanto più possibile autonomo; predisposizione del materiale didattico e progettazione die tecniche metodologiche idonee all’acquisizione dei contenuti delle singole discipline; individuazione degli ausili didattici pertinenti per il livello di deficit presente ed in relazione alle potenzialità cognitive dello studente e alle difficoltà scolastiche, per i disabili visivi. Le attività svolte dall’assistente per i disabili uditivi invece riguardano: il supporto al lavoro svolto dai servizi di riabilitazione (logopedia), per l’incremento delle autonomie personali e sociali in relazione alle abilità comunicative;  la mediazione nell’ascolto delle lezioni d’aula per favorire la comprensione del linguaggio verbale e l’accesso ai contenuti didattici; la rielaborazione dei contenuti scolastici dei testi, con mappe logico concettuali o altri sistemi idonei; la mediazione nella relazione con i suoi docenti e nel rapporto in aula con i pari, soprattutto in relazione all’utilizzo di codici comunicativi differenti; l’acquisizione di un metodo di studio da parte del ragazzo e, infine, l’individuazione e il buon utilizzo di ausili protesici e di software o hardware didattici destinati tanto al ragazzo quanto ai suoi docenti.

dott.ssa Alessandra Iacò - Responsabile Formazione ARIS
dott.ssa Marta Ienzi – Assistente Sociale ARIS e ConCrea


I DIVERSI SIAMO NOI

Pubblicato da in Eventi ·
Tags: Idiversisiamonoipalermozisacantiericantafiadirittiallasaluteonluspunto
Grande partecipazione all’evento di chiusura della V edizione dell’iniziativa “Diritti alla Salute”, coordinata dall’Associazione Onlus Punto, sostenuta da numerose istituzioni....

QUANDO IL DIRITTO ALLA SALUTE INCONTRA IL DOVERE DI UNA SCELTA CONSAPEVOLE

Pubblicato da in Eventi ·
Tags: dirittoallasalutepalazzodigiustiziacrttrapianti
le normative d’oltralpe, sino ad arrivare alla delicata questione della valenza bioetica della donazione di materiale biologico, all’importanza della multidisciplinarietà e della messa in rete di apporti professionali di natura diversa....

Editore

UnAnpss Onlus


Redazione c/o ARIS

Via Ammiraglio Gravina, 53

90139, Palermo (PA)


Direttore Responsabile

Rocco Di Lorenzo


Redazione

Vincenzo Borruso, Rossella Catalano, Rosy Gugliotta, Davide Matranga



Registrazione n.4448/2011 del 07/12/2011


Articoli per mese

Sede Legale: Via Trabucco 180 - Palermo (A.O.O.R. Villa Sofia-Cervello)

Sede Operativa: Via Ammiraglio Gravina 53 - 90139 Palermo

C.F. 97187790825

Tel. 091 7782629/091 6802034

Email: unioneassociazionipa@gmail.com





Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu