31 MAGGIO – GIORNATA MONDIALE SENZA TABACCO - Unione News - unione no profit società e salute news | unionenoprofit

Unione Associazione No Profit News

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

31 MAGGIO – GIORNATA MONDIALE SENZA TABACCO

Pubblicato da in Salute e Società ·
Tags: fumosigarettestoplottatabagismodipendenzasmettere
Riprendendo una dichiarazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità: le sigarette sono un ostacolo allo sviluppo. Ogni anno nel mondo muoiono per il fumo oltre 7 milioni di persone, con un costo per la società di 1.400 miliardi di dollari tra spese sanitarie e produttività persa. I danni dovuti alle sigarette sono noti da decenni eppure questo vizio continua ad uccidere.
Il 31 maggio, in occasione della Giornata Mondiale Senza Tabacco, convegni, mostre itineranti, attività di sensibilizzazione varie che vogliono focalizzare l'attenzione di tutti nei confronti dei danni provocati dal fumo.
I dati riportano che tra il 2014 e il 2017 la percentuale di fumatori nell'UE è rimasta perlopiù stabile, tuttavia si è registrato un aumento dei giovani consumatori di tabacco, soprattutto nei paesi del Sud Europa (dati Eurobarometro).
Non possiamo di certo vantarci del fatto che il primato sia toccato all’Italia: siamo difatti i primi in classifica nei Paesi occidentali per quanto riguarda i “baby fumatori”. Dato ancora più allarmante se pensiamo che la legge vieta la vendita di sigarette agli under 18, divieto piuttosto blando vista la quantità di distributori automatici di sigarette presenti all'aperto e a disposizione di tutti.
Quando pensiamo ai danni correlati al vizio del fumo molto spesso pensiamo soltanto ai nostri polmoni. In effetti sono i primi organi danneggiati: solo 2016 ci sono state circa 41.000 nuove diagnosi di tumore al polmone, prima causa di morte per cancro in Italia con oltre 33.000 decessi annui.
Tuttavia, nella realtà è tutto l’organismo ad essere messo a rischio, i tumori che possono derivarne, infatti, possono localizzarsi ovunque, polmoni, pancreas, fegato, vescica, trachea, bronchi, e la lista potrebbe continuare.
Come agisce la nicotina? Aumenta la pressione del sangue e il battito cardiaco, provoca la costrizione dei vasi del braccia e delle gambe causando la formazione di coaguli o trombi che ostruiscono i vasi sanguigni. Ed ecco che ad essere compromesso è anche il sistema cardiovascolare e respiratorio: si evidenzia un’incidenza di malattie dell’apparato cardiovascolare nei fumatori superiore al 70% rispetto ai non fumatori e, in quelli accaniti che superano i due pazcchetti al giorno la mortalità sale addirittura al 200%-300% rispetto ai non fumatori.
Possiamo continuare la disamina con i disturbi dell’apparato produttivo principalmente negli uomini, vista la stretta correlazione con le disfunzioni erettili e la qualità del liquido seminale, e con i disturbi dell’apparato oculare: ricordiamo infatti che il ridotto flusso sanguigno indotto dal fumo può favorire la formazione di coaguli all'interno dei capillari degli occhi, ridurre l'apporto di ossigeno e di altri oligoelementi sono essenziali per la salute degli occhi, alterare la funzionalità delle cellule, aumentare il rischio di sviluppare cataratta precoce ed altre gravi malattie come la degenerazione maculare, il glaucoma, ecc.
Ma non abbiamo ancora terminato. Il vizio del fumo danneggia il cervello, favorendone il precoce deterioramento, attacca la pelle facendola invecchiare prima, intacca i sensi del gusto e dell’olfatto con la compromissione delle papille, compromette la qualità del sonno. Da non trascurare poi è la compromissione del sistema immunitario che rende l’organismo molto più esposto alle minacce di virus e batteri.
Informare ed educare non sembra cosa facile, è davvero una battaglia complessa questa che sembra non risentire né dell’aumento costante dei prezzi di sigarette e tabacco né dell’introduzione di immagini shock promossa dalla Commissione Europea per disincentivare all’acquisto e all’uso.
 Non rimane altro che fare un appello al buon senso e al rispetto per se stessi e per chi ci sta vicino, e se proprio da soli non si resiste alla tentantazione, ricordiamo che abbiamo a disposizione tanti professionisti che possono accompagnarci e rendere più semplice questo percorso.


Editore

UnAnpss Onlus


Redazione c/o ARIS

Via Ammiraglio Gravina, 53

90139, Palermo (PA)


Direttore Responsabile

Rocco Di Lorenzo


Redazione

Vincenzo Borruso, Rossella Catalano, Rosy Gugliotta, Davide Matranga



Registrazione n.4448/2011 del 07/12/2011


Articoli per mese

Sede Legale: Via Trabucco 180 - Palermo (A.O.O.R. Villa Sofia-Cervello)

Sede Operativa: Via Ammiraglio Gravina 53 - 90139 Palermo

C.F. 97187790825

Tel. 091 7782629/091 6802034

Email: unioneassociazionipa@gmail.com





Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu