QUANDO IL DIRITTO ALLA SALUTE INCONTRA IL DOVERE DI UNA SCELTA CONSAPEVOLE - Unione News - unione no profit società e salute news | unionenoprofit

Unione Associazione No Profit News

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

QUANDO IL DIRITTO ALLA SALUTE INCONTRA IL DOVERE DI UNA SCELTA CONSAPEVOLE

Pubblicato da in Eventi ·
Tags: dirittoallasalutepalazzodigiustiziacrttrapianti
Eros, Tanathos e Bios, le tre forze indissolubili che caratterizzano la dimensione umana, sono state le principali parti in causa di un interessante lavoro d'aula tenutosi lo scorso 28 febbraio alla Corte d’Appello del Palazzo di Giustizia del capoluogo siciliano.
Numerosi gli esperti che hanno dibattuto su aspetti giuridici, psicologici, etici e comunicativi legati alla questione della donazione e del trapianto di organi e tessuti, focalizzandosi ciascuno, con competenza e professionalità, sul proprio ambito d'azione e convergendo nella necessità di trovare un linguaggio comune.
L’iniziativa è stata promossa dal Centro Regionale Trapianti Siciliano e coordinata dalla direttrice, dott.ssa Bruna Piazza.
Ad aprire i lavori il Direttore del Centro Nazionale Trapianti, dott. Alessandro Nanni Costa, che ha sottolineato l’importanza di un’efficiente organizzazione del sistema, quale condizione propedeutica al funzionamento della complessa rete trapiantalogica.
Tantissimi ed eterogenei gli interventi che si sono susseguiti e che hanno consentito di creare un quadro chiaro, per quanto complesso, circa le diverse tematiche che entrano in gioco quando si parla di donazione e trapianti: le disposizioni del Codice Civile sulla tematica, i rapporti tra operatori sanitari e autorità giudiziarie nei casi in cui un Pm debba esprimersi sull’opportunità di eseguire il prelievo nei casi di morti sospette, gli aspetti comparatistici con le normative d’oltralpe, sino ad arrivare alla delicata questione della valenza bioetica della donazione di materiale biologico, all’importanza della multidisciplinarietà e della messa in rete di apporti professionali di natura diversa funzionali alla presa in carico del paziente e all’analisi delle variabili emotive e psicologiche che entrano in gioco dinanzi alla morte e alla fragile condizione di chi resta.
Un confronto multi-professionale che ha visto, dunque, esprimersi medici legali, professori di Diritto Privato e Comparato, Giudici Civili, psicologi e giornalisti, tutti per la prima volta insieme a dibattere su una tematica che non può, in quanto non lo è nella pratica fattiva, essere riduttivamente  relegata ad una “questione solidaristica”.
Per la prima volta, nel tribunale palermitano, si è inserita con forza la questione della donazione e del trapianto di organi e tessuti: da un lato le peculiarità e i limiti di un corpo destinato a spegnersi, dall’altro la morte nella mente di chi perde un proprio caro e vive le resistenze psicologiche al consenso alla donazione. Filo conduttore la riflessione sulla normativa in materia tra vincoli e possibilità e sullo sfondo il valore della vita, dell’amore e la bellezza di un atto generoso e gratuito.
L’iniziativa ha voluto delineare un quadro chiaro ed esaustivo del sistema di valori e norme in cui si inserisce la gestione sanitaria del procurament e del trapianto di organi e tessuti, sottolinenando il ruolo di aspetti non solo prettamente sanitari ma che costituiscono presupposto fondamentale per il funzionamento dell’intero sistema.

Sara Giordanella - Psicologa ARIS


Editore

UnAnpss Onlus


Redazione c/o ARIS

Via Ammiraglio Gravina, 53

90139, Palermo (PA)


Direttore Responsabile

Rocco Di Lorenzo


Redazione

Vincenzo Borruso, Rossella Catalano, Rosy Gugliotta, Davide Matranga



Registrazione n.4448/2011 del 07/12/2011


Articoli per mese

Sede Legale: Via Trabucco 180 - Palermo (A.O.O.R. Villa Sofia-Cervello)

Sede Operativa: Via Ammiraglio Gravina 53 - 90139 Palermo

C.F. 97187790825

Tel. 091 7782629/091 6802034

Email: unioneassociazionipa@gmail.com





Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu