PLASTICITÀ NEURALE: UNA RISORSA DEL CERVELLO ANTI-CECITÀ - Unione News - unione no profit società e salute news | unionenoprofit

Unione Associazione No Profit News

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

PLASTICITÀ NEURALE: UNA RISORSA DEL CERVELLO ANTI-CECITÀ

Pubblicato da in Salute e Società ·
Tags: plasticitàneuralecervellovisioneretina
Porta delle firme italiane il nuovo studio, pubblicato su Plos Biology, che ha visto una grande collaborazione tra il gruppo di ricerca di Università di Pisa, Fondazione Stella Maris e Istituto di Neuroscienze del CNR, coordinato dalla Prof.ssa Maria Concetta Morrone, docente di Fisiologia dell'Università di Pisa, e, il gruppo di Oculistica dell’Azienda Ospedaliera-Universitaria di Careggi e dell’Università di Firenze, guidato dal Prof. Stanislao Rizzo.
La ricerca è stata un’ulteriore e rilevante conferma circa la plasticità delle aree cerebrali che concorre a rendere sempre pù efficace l’uso di protesi atte a stimolare le aree che in seguito a determinate patologie non erano più attive. Nello specifico lo studio riportato ha analizzato questo aspetto su un gruppo di pazienti ciechi affetti da Retinite Pigmentosa sottoposti all'impianto di una protesi retinica.
Questo è quello che accade: con l’istallazione dei microchip oculari vengono inviati (dopo essere stati convertitti in segnali elettrici) i dati, recepiti attraverso una piccola telecamera montata sugli occhiali del paziente, a degli elettrodi che stimolano gli assoni delle cellule glangliali della retina. In questo modo la protesi e un esercizio mirato e continuo concorrono a riattivare quelle aree deputate alla visione che, in seguito alla perdita della vista, erano state riprogrammate per funzioni alternative, magari legate all’udito o al tatto. Praticamente si assiste ad una riorganizzazione neurale, monitorata attraverso le risonanze magnetiche funzionali, che riporta le aree stimolate in uno stato di attività originaria.
Ovviamente, così come riportato dalla Dott.ssa Elisa Castaldi primo autore dello studio, si deve tenere presente che questi cambiamenti richiedono tempo, intanto per acquisire la capacità di utilizzare lo strumento e poi perchè sono assolutamente necessari anche diversi mesi di riabilitazione.
La reversibilità della condizione di inattività e il ripristino delle funzioni reali, che comunque daranno segnali visivi blandi o almeno distorti rispetto alla realtà, sono elementi che  rendono possibile, per molti ipovedenti e ciechi a causa di una progressiva degenerazione della retina (è questo il caso della Retinite Pigmentosa), sperare in una battaglia vincente contro la totale cecità.



Editore

UnAnpss Onlus


Redazione c/o ARIS

Via Ammiraglio Gravina, 53

90139, Palermo (PA)


Direttore Responsabile

Rocco Di Lorenzo


Redazione

Vincenzo Borruso, Rossella Catalano, Rosy Gugliotta, Davide Matranga



Registrazione n.4448/2011 del 07/12/2011


Articoli per mese

Sede Legale: Via Trabucco 180 - Palermo (A.O.O.R. Villa Sofia-Cervello)

Sede Operativa: Via Ammiraglio Gravina 53 - 90139 Palermo

C.F. 97187790825

Tel. 091 7782629/091 6802034

Email: unioneassociazionipa@gmail.com





Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu