TRASFERIMENTO DI UN FAMILIARE CHE ASSISTE UNA PERSONA CON DISABILITÀ - Unione News - unione no profit società e salute news | unionenoprofit

Unione Associazione No Profit News

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

TRASFERIMENTO DI UN FAMILIARE CHE ASSISTE UNA PERSONA CON DISABILITÀ

Pubblicato da in Salute e Società ·
Tags: Articolo104leggehanticapfamiliaredisabile
Il lavoratore pubblico o privato, che assiste un familiare portatore di handicap, non può essere trasferito senza il proprio consenso ad altra sede di lavoro, anche se la disabilità del familiare non abbia una connotazione di gravità. È quanto ha precisato la Cassazione con sentenza n. 25379 del 12 dicembre 2016 secondo la quale, l’articolo 33, commi 3 e 5, della legge 104/1992, che impedisce il trasferimento del lavoratore (in mancanza di suo consenso) se l’assistenza è resa a persona con “handicap in situazione di gravità”, deve essere interpretato alla luce dei principi costituzionali e comunitari di tutela della persona disabile.
 La Suprema Corte, leggendo la norma nazionale nel più ampio contesto della Costituzione Italiana (articolo 3), della Carta di Nizza (articolo 26) e della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dei disabili (ratificata con legge 18/2009), ritiene che il concetto di gravità dell’handicap di cui è affetto il disabile va inteso in senso relativo. Ne consegue, ad avviso della Corte, che il trasferimento del lavoratore che assiste un familiare affetto da handicap è vietato anche quando la disabilità non presenta caratteristiche di gravità, a meno che il datore di lavoro possa contrapporre l’esistenza di insostituibili ed urgenti esigenze aziendali. Solo in quest’ultimo caso, conclude la Cassazione, il trasferimento del dipendente che assiste il familiare con handicap non in condizione di gravità può essere disposto anche in assenza di consenso del medesimo lavoratore. In precedenza la Corte di appello aveva confermato il licenziamento sul presupposto che non si rientrava nel campo di applicazione del divieto di trasferimento, in quanto dalla documentazione medica non era emersa una situazione di handicap grave del familiare disabile.

Avv. Luigi Anile - Presidente CCA ASP Catania


Editore

UnAnpss Onlus


Redazione c/o ARIS

Via Ammiraglio Gravina, 53

90139, Palermo (PA)


Direttore Responsabile

Rocco Di Lorenzo


Redazione

Vincenzo Borruso, Rossella Catalano, Rosy Gugliotta, Davide Matranga



Registrazione n.4448/2011 del 07/12/2011


Articoli per mese

Sede Legale: Via Trabucco 180 - Palermo (A.O.O.R. Villa Sofia-Cervello)

Sede Operativa: Via Ammiraglio Gravina 53 - 90139 Palermo

C.F. 97187790825

Tel. 091 7782629/091 6802034

Email: unioneassociazionipa@gmail.com





Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu