UNA VITA CULTURALE UGUALE PER TUTTI: NUOVA LEGGE SUL CINEMA E L’ACCESSIBILITÀ - Unione News - unione no profit società e salute news | unionenoprofit

Unione Associazione No Profit News

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

UNA VITA CULTURALE UGUALE PER TUTTI: NUOVA LEGGE SUL CINEMA E L’ACCESSIBILITÀ

Pubblicato da in Salute e Società ·
Tags: disabilitàaccessibilitàleggicinema
Certo può sembrare assurdo parlare di conquista quando in realtà si fa riferimento a “piccoli” accorgimenti che dovrebbero più che altro essere delle comuni e diffuse buone pratiche in un Paese civilizzato, tuttavia non possiamo che esultare di fronte al grande riconoscimento che hanno finalmente ottenuto le persone disabili attraverso la recente approvazione alla Camera della nuova Legge sul cinema e l’audiovisivo, che si pone nel rispetto della Convenzione ONU.
Viene difatti stabilito, all’art. 3 comma g, che la promozione di una più ampia fruizione del cinema non può prescindere dalla presa in considerazione delle speciali e specifiche esigenze che ha chi è portatore di disabilità, così come sancisce che gli incentivi che verranno di volta in volta riconosciuti dovranno concorrere anch’essi a rendere più accessibili i cinema anche per chi è affetto da sordità/ipoacusia o da cecità/ipovisione, facendo ad esempio uso di audio descrizioni o sottotitoli.
Tanti gli auspici sulle implicazioni di questa Legge, come l’accessibilità della piattaforma digitale che nascerà in seguito alla Digitalizzazione del Patrimonio Cinematografico facente parte del programma di “ristrutturazione” previsto, oppure la possibilità di dotare le sale, quelle nuove che potranno essere aperte in seguito agli incentivi riconosciuti, di impianti ad induzione magnetica che faciliterebbero l’ascolto agli spettatori che sono costretti a convivere con un impianto cocleare.
È però ovvio che tutta questa attenzione verso le suddette dinamiche e necessità non può mantenere il suo importante profilo se non c’è chi “dall’alto” si batte per essa, quindi altro non si può auspicare se non che all’interno del Consiglio Superiore per il Cinema e l’Audiovisivo, istituito in sostituzione della Consulta dello Spettacolo, possa esserci almeno un responsabile delle politiche di accessibilità.
L’arte cinematografica, così come ogni altra forma d’arte, è patrimonio di tutti e in quanto tale deve essere garantito a tutti il diritto di usufruirne, così come sancito dall’art. 30 (Partecipazione alla vita culturale e ricreativa, agli svaghi ed allo sport) della Convenzione ONU. Queste piccole grandi conquiste rappresentano per i disabili sensoriali e per le associazioni che li rappresentano dei passi in avanti attesi da troppi anni.
La tecnologia gioca ormai a nostro favore sommergendoci spesso con applicazioni e componenti elettronici sempre più “micro” e sempre più “smart”. Non si può quindi accettare che debbano poi essere le Leggi, atti giuridici e normativi che per definizione assicurano la tutela di tutti i cittadini, i nostri principali limiti.

Rosy Gugliotta - Psicologa


Editore

UnAnpss Onlus


Redazione c/o ARIS

Via Ammiraglio Gravina, 53

90139, Palermo (PA)


Direttore Responsabile

Rocco Di Lorenzo


Redazione

Vincenzo Borruso, Rossella Catalano, Rosy Gugliotta, Davide Matranga



Registrazione n.4448/2011 del 07/12/2011


Articoli per mese

Sede Legale: Via Trabucco 180 - Palermo (A.O.O.R. Villa Sofia-Cervello)

Sede Operativa: Via Ammiraglio Gravina 53 - 90139 Palermo

C.F. 97187790825

Tel. 091 7782629/091 6802034

Email: unioneassociazionipa@gmail.com





Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu