LOW COST, HIGH RISK. L’ALLARME DEL TURISMO FARMACEUTICO - Unione News - unione no profit società e salute news | unionenoprofit

Unione Associazione No Profit News

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

LOW COST, HIGH RISK. L’ALLARME DEL TURISMO FARMACEUTICO

Pubblicato da in Salute e Società ·
Tags: turismofarmaceuticofarmacilowcost
Sembra sempre più attuale l’ormai datata problematica del “turismo farmaceutico”.
Aumentano le segnalazioni di quanti, professionisti del settore, vogliono mettere in guardia sulle ripercussioni economiche e sulla salute che questo trend può avere su chi vi si dedica.
La facilità di reperimento di farmaci o simili tramite internet ha reso questo fenomeno ancora più allarmante e, in concomitanza, ha portato gli impostori del web ad affinare le loro armi, a comprendere cosa rendesse i loro siti e le loro presentazioni più appetibili e credibili agli occhi dell’acquirente. Come se non bastasse, se prima erano specializzati nella vendita di integratori alimentari, ormoni e cosmetici, ora si sono introdotti anche in un territorio che di certo dovrebbe essere più controllato, quello dei farmaci veri e propri, in cima tra tutti gli antidepressivi, di cui spesso chi compra è sprovvisto di ricetta, e i farmaci per l’epatite C, particolarmente costosi nel nostro Paese.
Questo è ciò che ha recentemente denunciato anche Ivan Gardini, presidente dell’Associazione EpaC onlus. Centinaia di malati si recano essi stessi all’estero, più spesso in Cina e India, per acquistare a prezzi bassissimi farmaci che in Italia hanno prezzi esorbitanti e nella maggior parte dei casi non vengono forniti da SSN.
I problemi che emergono sono di varia natura. Anzitutto, nei casi in cui si acquista online, non è raro cadere nella rete dei siti falsi, vere e proprie truffe ai danni di pazienti disperati. Per cui si pagano prezzi più alti del dovuto, oppure si paga per non ricevere nulla o, peggio ancora, per avere rubata la propria identità digitale e i dati della carta di credito. Ma oltre ai danni economici, quello che sicuramente deve premere di più è la propria incolumità. Spesso questi farmaci “low cost” sono anche “high risk”: diverse ricerche hanno difatti dimostrato che sono nella migliore delle ipotesi dei farmaci poco o per niente efficaci, ma nella peggiore possono contenere sostanze tossiche e date di scadenza falsate. Si capisce bene che il rischio per la salute è veramente molto elevato.
Si rende sempre più evidente la necessità di un intervento a livello istituzionale che possa garantire ai cittadini l’accesso a quei farmaci che sono veramente indispensabili per la salute e un’azione  preliminare che possa fungere da prevenzione rispetto a tali comportamenti rischiosi. L’informazione rispetto alle truffe e alla pericolosità dell’assunzione di prodotti dalla composizione sconosciuta risulta essere alla base della costruzione della salute, e a livello ministeriale non si può rimanere sordi a questi appelli che vengono tanto dai pazienti quanto dalle associazioni di settore che lavorano per la loro tutela.



Editore

UnAnpss Onlus


Redazione c/o ARIS

Via Ammiraglio Gravina, 53

90139, Palermo (PA)


Direttore Responsabile

Rocco Di Lorenzo


Redazione

Vincenzo Borruso, Rossella Catalano, Rosy Gugliotta, Davide Matranga



Registrazione n.4448/2011 del 07/12/2011


Articoli per mese

Sede Legale: Via Trabucco 180 - Palermo (A.O.O.R. Villa Sofia-Cervello)

Sede Operativa: Via Ammiraglio Gravina 53 - 90139 Palermo

C.F. 97187790825

Tel. 091 7782629/091 6802034

Email: unioneassociazionipa@gmail.com





Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu