I NUOVI LEA FINALMENTE SULLA GAZZETTA UFFICIALE - Unione News - unione no profit società e salute news | unionenoprofit

Unione Associazione No Profit News

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

I NUOVI LEA FINALMENTE SULLA GAZZETTA UFFICIALE

Pubblicato da in Salute e Società ·
Tags: nuovileagazzettaufficialeserviziattività
Giorno 18 marzo 2017 è avvenuto quello che il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha definito un “passaggio storico per la Sanità italiana”, la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale n. 65 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) del 12 gennaio 2017 con i nuovi Livelli Essenziali di Assistenza – LEA.
Sono passati 16 anni dall’ultimo DPCM, con cui sono stati definiti per la prima volta attività, servizi e prestazioni che il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) è tenuto a fornire a tutti i cittadini, gratuitamente o in seguito a pagamento di un ticket.
Non poche sono state le difficoltà nell’arrivare alla pubblicazione ufficiale, e altrettante le critiche e le perplessità che tali nuovi LEA hanno suscitato, definiti per molti aspetti incompleti, per altri poco produttivi (si pensi all’assenza della riabilitazione visiva tra le prestazioni erogabili sotto SSN o i forti limiti imposti alla consulenza genetica), tuttavia, rispetto a quello del 2001, questo nuovo decreto, esito di un lavoro condiviso tra Stato, Regioni e Società scientifiche, ha sicuramente rappresentato un passo in avanti. È stata inoltre costituita la Commissione Nazionale per l'aggiornamento dei LEA, che ha il compito monitorarne costantemente il contenuto, escludendo di volta in volta quei servizi, quelle prestazioni prestazioni e attività che diventano obsoleti e inserendone altri per cui se ne valida innovatività ed efficacia per la cura dei pazienti.
Scopriamo le principali novità.                                                                     
  • Nomenclatore della specialistica ambulatoriale. Rispetto al precedente, che risaliva al 1996, sono state escluse le prestazioni obsolete e introdotte procedure diagnostiche e terapeutiche che nel ‘96 avevano carattere quasi “sperimentale” oppure erano eseguibili solo in regime di ricovero, ma che oggi sono entrate nella pratica clinica corrente e possono essere erogate in ambito ambulatoriale, e prestazioni tecnologicamente avanzate (ad esempio l’adroterapia, l’enteroscopia con microcamera ingeribile, la tomografia retinica (OTC). Inoltre sono state introdotte le prestazioni di procreazione medicalmente assistita (PMA), ora erogabili a carico del SSN in regime di assistenza specialistica ambulatoriale e la consulenza genetica.
  • Nomenclatore dell’assistenza protesica. Sono stati introdotti, dopo 18 anni, ausili protesici tecnologicamente avanzati (ad esempio gli strumenti e i software di comunicazione alternativa ed aumentativa, le tastiere adattate per persone con gravissime disabilità, i dispositivi per il puntamento con lo sguardo le protesi e le ortesi di tecnologie innovative, ecc.) ed esclusi quelli oramai obsoleti. Tra i destinatari degli ausili protesici sono state incluse anche le persone affette da alcune malattie rare e gli assistiti in assistenza domiciliare integrata.
  • Elenchi di malattie rare, croniche e invalidanti che danno diritto all’esenzione dal ticket. Questi sono stati aggiornati con l’inserimento più di 110 entità, tra malattie rare singole e gruppi, e 6 nuove patologie croniche.
  • Nuovi vaccini e nuovi destinatari, in accordo con il nuovo Piano nazionale di prevenzione vaccinale.
  • Prestazioni che il SSN offre gratuitamente (senza ticket) a coppie e donne in epoca preconcezionale, in gravidanza e in puerperio, queste sono state aggiornate in accordo con le Linee Guida sulla gravidanza. Vengono previsti, gratuitamente, per tutte le donne: diagnosi prenatale con test combinato e, in caso di rischio elevato, amniocentesi o villocentesi, indipendente dall’età della donna; corsi di accompagnamento alla nascita; assistenza in puerperio; colloquio con lo psicologo in caso di disagio emotivo in gravidanza e/o in puerperio; visita specialistica di genetica medica ed eventuali indagini genetiche disposte dal genetista medico, in caso di aborti ripetuti.
  • Screening neonatale per sordità congenita e cataratta congenita e screening neonatale esteso per molte malattie metaboliche ereditarie a tutti i nuovi nati.
  • Endometriosi e celiachia sono state inserite nell’elenco delle patologie croniche (quest’ultima era prima tra le malattie rare).
  • Disturbi dello spettro autistico. Per questi, sulla base della legge n. 134 del 2015, è stato previsto l'aggiornamento dei LEA per la diagnosi precoce, la cura e il trattamento individualizzato. Viene inoltre promosso il reinserimento e l’integrazione del minore nella vita sociale mediante il raccordo dell’assistenza sanitaria con le istituzioni scolastiche e attraverso interventi sulla rete sociale formale ed informale. Viene prestata attenzione alla partecipazione attiva della famiglia, con interventi di sostegno, formazione, orientamento e suo coinvolgimento attivo nel percorso terapeutico.
  • Le prestazioni necessarie per la procreazione medicalmente assistita, omologa ed eterologa, sono state inserite nella specialistica ambulatoriale.


Editore

UnAnpss Onlus


Redazione c/o ARIS

Via Ammiraglio Gravina, 53

90139, Palermo (PA)


Direttore Responsabile

Rocco Di Lorenzo


Redazione

Vincenzo Borruso, Rossella Catalano, Rosy Gugliotta, Davide Matranga



Registrazione n.4448/2011 del 07/12/2011


Articoli per mese

Sede Legale: Via Trabucco 180 - Palermo (A.O.O.R. Villa Sofia-Cervello)

Sede Operativa: Via Ammiraglio Gravina 53 - 90139 Palermo

C.F. 97187790825

Tel. 091 7782629/091 6802034

Email: unioneassociazionipa@gmail.com





Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu