LA PREVENZIONE DELLA MENINGITE E I VACCINI - Unione News - unione no profit società e salute news | unionenoprofit

Unione Associazione No Profit News

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

LA PREVENZIONE DELLA MENINGITE E I VACCINI

Pubblicato da in Salute e Società ·
Tags: meningiteprevenzionevaccini
Sembra che si sia intensificata da qualche giorno la prassi per la vaccinazione antimeningite.
A Palermo tutto ciò sta avvenendo nella calma e nella compostezza che negli altri posti sembra sia svanita. È questa la sensazione che si avverte nelle ultime ore nell’ASP di via Onorato del capoluogo siciliano, dove è possibile richiedere la vaccinazione. Il numero dei vaccinati ammonta a 116 mila in un arco di tempo ridotto, in circa 5 mesi stando alle fonti.  
Il vaccino, come viene ricordato dai medici addetti alla somministrazione, non cura dall’infezione già contratta, ma previene nel suo essere sintetico la malattia. Nell’utilità dell’informazione pubblica, si ricorda che il vaccino entra in funzione dieci giorni dopo la  somministrazione.
Ma come si presenta la meningite? I sintomi, purtroppo, sono equivocabili. Dalle primissime rappresaglie sembra che si abbia a che fare con una consueta influenza con febbre, se non che nel suo essere perseverante porta poi seco un forte dolore e rigidità sotto la nuca, dovuto proprio alle meningi infiammate. È un bene monitorare i sintomi e nel caso di contrazione della malattia recarsi al primo pronto soccorso per avere l’assistenza e la cura del caso.
La media regionale è bassa rispetto alle altre regioni d’Italia dove si registra un vero e proprio allarmismo che non ha attecchito gli isolani. A Catania si registrano casi di infezioni ma anche nel centro etneo i Presidi Ospedalieri di riferimento stanno riuscendo a manetenere la situazione sotto controllo, garantendo profilassi e assistenza alle persone interessate.
Cos’è la meningite? È una malattia infettiva di derivazione batterica o virale e di tipo infiammatorio che coinvolge le meningi e il liquido cefalorachidiano. Spesso è identificata come meningite spinale, questa è la forma che coinvolge le meningi del tratto della colonna vertebrale che si presenta con sintomatologia precisa. È necessario riconoscere l'agente patogeno della malattia, se di origine virale o batterica, al fine di impostare una terapia corretta.
Generalmente la meningite ad eziologia virale è quella meno severa e si autolimita, quasi sempre, senza specifiche cure, mentre la meningite batterica può manifestarsi in modo più severo e può dare luogo a danni cerebrali permanenti, come la perdita dell'udito o generare problemi nell'apprendimento. Nel caso della meningite batterica è molto importante identificare  l'agente patogeno per poter identificare il farmaco adatto alla cura ed evitare l'espandersi dell'infezione. Prima del 1990, l'Haemophilus influenzae di tipo b (Hib) era considerato la causa principale di meningite batterica, ma una vaccinazione di massa fra i bambini, ha portato con sccesso ad una riduzione drastica del numero di casi. Oggi i principali batteri causa di meningite sono lo Streptococcus pneumoniae e la Neisseria meningitidis.
Attualmente, i vaccini  approvati per uso umano contro il meningococco sono costituiti dalla variante del polisaccaride capsulare purificato, caratteristico delle membrane batteriche. Questo tipo di vaccinazione è particolarmente efficace contro il sierotipo A e C. È stato realizzato anche un vaccino quadrivalente contenente i 4 tipi del batterio meningococcico (sierogruppo A, C, Y, W-135), che ha dato discreti risultati di riuscita nel 75-90% dei casi. È somministrabile nei soggetti di età superiore ai 2 anni ed è stato osservato che le persone vaccinate rimangono immuni per un periodo di circa 36 mesi.
Le ricerche si stanno adoperando allo studio di nuovi vaccini, per i differenti sierogruppi e con diverse caratteristiche che possano consentire una risposta anche negli individui più piccoli, bambini al di sotto dei 18 mesi.
Nel frattempo nessun allarmismo e lo slogan del “meglio prevenire che curare” rimanga la giusta via da imboccare!

Serafina Chiara di Stefano


Editore

UnAnpss Onlus


Redazione c/o ARIS

Via Ammiraglio Gravina, 53

90139, Palermo (PA)


Direttore Responsabile

Rocco Di Lorenzo


Redazione

Vincenzo Borruso, Rossella Catalano, Rosy Gugliotta, Davide Matranga



Registrazione n.4448/2011 del 07/12/2011


Articoli per mese

Sede Legale: Via Trabucco 180 - Palermo (A.O.O.R. Villa Sofia-Cervello)

Sede Operativa: Via Ammiraglio Gravina 53 - 90139 Palermo

C.F. 97187790825

Tel. 091 7782629/091 6802034

Email: unioneassociazionipa@gmail.com





Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu